LAVORO

Cosa vuoi fare da grande?

Quando ero piccola una delle domande più frequenti era “Cosa vuoi fare da grande?” Le mie amichette rispondevano “l’attrice, la ballerina, la principessa ecc…” Io rispondevo: Voglio fare la giornalista o la scrittrice. Poi si sa, a causa di eventi più o meno gravi, si fa quello che i genitori pensano sia più giusto per te. In realtà è ciò che loro vogliono, non ciò che è più giusto…

Mi sono ritrovata orfana di padre a 18 anni appena compiuti, con una mamma vedova di 42 anni e con poche risorse per frequentare l’università. La frase che sentivo ogni giorno era “Devi trovare un lavoro che ti garantisca uno stipendio fisso e sicuro”, il famoso “Lavoro sicuro”. Così è stato ma… addio ai miei sogni…

Appena ho avuto il mio stipendio, mi sono iscritta all’università ma le ore di lavoro erano davvero tante; arrivavo a casa dopo essere passata al supermercato, quindi sistemavo casa e preparavo cena per mio marito. Troppo stanca per mettermi sui libri, sempre più demotivata da mio marito che mi ricordava continuamente che ero già molto fortunata ad avere il fatidico “posto fisso“, e intanto gli anni passavano…

Scrivevo comunque, sempre. Avevo un diario e lì ci mettevo tutto ciò che sentivo di dover urlare al mondo intero. Era semplicemente uno sfogo che però nessuno leggeva a parte me. 

Ed eccomi qui, a fare quello che ho sempre desiderato, con un ex marito, con il solito posto fisso, con una vita che mi sta troppo stretta. Non so dove andrò, questa forse è la cosa più bella: partire non sapendo dove tutto questo mi porterà, ma… per lo meno… SONO PARTITA!

Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua. (Confucio) 

Un commento

  • Massimiliano

    Belle parole.
    Sono partito,senza sapere come sarebbe andata, più di una volta, facendomi male e ricominciando. Quello che conta, oltre a un sano ottimismo, è di non avere mai rimorsi o rimpianti nel caso i “viaggi” intrapresi non dovessero andare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *